Ricorsi

Studio Legale avv. Giuseppe Versace

NUOVO RICORSO RISERVATO AI DIRIGENTI SCOLASTICI  PER L’ESCLUSIONE ALLA MOBILITA’ E SCORRIMENTO GRADUATORIA DEFINITIVA GENERALE, PER ASSUNZIONE DEI NUOVI D.S. SETTEMBRE 2020

L’avv. Giuseppe Versace già dalla pubblicazione della graduatoria definitiva generale nazionale per merito e titoli, pubblicata in data 01.08.2019 e successivamente rettificata in data 07.08.2019, relativa al Concorso nazionale, finalizzato al reclutamento di Dirigenti scolastici, ha ritenuto illegittima la discriminazione di trattamento, oltre al fatto che è stato imposto un vincolo di 3 anni per i neo D.S., bloccati nella sede di prima assegnazione.
 
Con il decreto milleproroghe 2020 è stato approvato in commissione l’emendamento relativo agli idonei al concorso Dirigenti Scolastici (bando G.U. n. 90 del 24.11.2017). I D.S. assunti nell’a.s. 2019/2020 sono 2.045. La graduatoria generale comprende 2.900 vincitori oltre a 500 candidati ritenuti idonei, per un numero complessivo di 3.420. Il suddetto decreto ha approvato un emendamento per l’ulteriore assunzione di 500 idonei, fino a completo scorrimento della graduatoria.
 
Da quanto si è appreso dai media, l’imminente uscita della Mobilità relativa ai Dirigenti Scolastici, sembrerebbe escludere la partecipazione dei D.S. assunti il 2.9.2019, creando una discriminazione di trattamento, in quanto gli stessi hanno un vincolo di 3 anni.
 
Invero i nuovi D.S. che verranno assunti dal 1.9.2020, pur avendo un punteggio inferiore in graduatoria, avranno la possibilità di scegliere la sede più idonea a Loro, in quanto tutte le sede disagiate sono state già occupare dai D.S. assunti il 2.9.2019.
 
Pertanto si informano tutti i Dirigenti Scolastici che lo Studio Legale Giuseppe Versace predispone il ricorso collettivo al fine di impugnare gli atti che escluderanno i D.S. assunti il 2.9.2019, in merito alla mobilità oltre all’eventualità impugnazione di tutti gli atti relativi alle nomine dei D.S. che saranno assunti dal 01.09.2020, con lo scorrimento della graduatoria definitiva generale nazionale per merito e titoli.
 
Possono partecipare al presente ricorso tutti i nuovi Dirigenti Scolastici che ritengono lesi i diritti sopra descritti.

Il costo del ricorso è di €. 150,00, per i Dirigenti scolastici che hanno aderito al precedente ricorso D.S. con il sottoscritto è pari ad €. 120,00.

Il termine per aderire al ricorso è fissato al 14 Giugno 2020.

RICORSO RETTIFICA PUNTEGGIO – PERSONALE ATA PER MANCATI VERSAMENTI DEI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI DALL’ISTITUTO PARITARIO

L’avvocato Giuseppe Versace ha predisposto il ricorso presso il Giudice del Lavoro avverso il decreto di rettifica del punteggio attribuito nelle graduatorie di terza fascia del Personale ATA – Personale Docente, eseguita fuori termine, a seguito del servizio svolto e non riconosciuto ai fini giuridici per mancati contributi previdenziali, non versati dalla Scuola paritaria.
 
Tribunale di Treviso – Ordinanza Accoglimento totale n. 86/2019 del 30.09.2019 n. 87/2019 dell’1.10.2019
 
RETTIFICA DEL PUNTEGGIO RICONOSCIMENTO DEI FINI ECONOMICI E NON GIURIDICI PER IL PRECEDENTE SERVIZIO PRESTATO IN ISTITUTO PARITARIO, PER OMESSO VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI DELLO STESSO ISTITUTO
 
Un collaboratore scolastico, assistito dall’Avv. Giuseppe Versace del foro di Bologna, potrà finalmente vedersi riconosciuto e valutato il periodo svolto presso l’Istituto Paritario, per i periodi A.S. 2003/2014 e 2004/2005. Lo ha stabilito il Tribunale di Treviso – Sez. Lavoro, che in tempi brevi, con Ordinanza, emessa dal Giudice Dr. Pietro Gerardo Tozzi, ha accolto il ricorso cautelare, proposto dal C.S., che al termine del contratto di lavoro relativo all’A.S. 2018/2019, esattamente il 4.7.2019, si è visto negare dall’Amministrazione scolastica, la valutazione ai fini giuridici gli anni scolastici 2003/2004 e 2004/2005, svolti presso l’Istituto Paritario.
 
Ciò perché l’Istituto in questione aveva omesso il versamento dei contributi previdenziali come previsto per legge.
 
 
Il Giudice Dr. Tozzi, ha ritenuto sufficienti e provate tutte le richieste avanzate, stabilendo: “accertata l’illegittimità del decreto n. 566 del 4.07.2019 di rettifica punteggio emesso dal dirigente Scolastico dell’I.C. Villorba e Povegliano di Fontane di Villorba e accertato il diritto del ricorrente al riconoscimento del punteggio corrispondente al servizio svolto presso l’Istituto Paritario “Cavour” di Corigliano Calabro in qualità di collaborato scolastico negli anni 2003/2004 e 2004/2005”. Accogliendo il ricorso.
 
 
Inoltre altre posizione patrocinate dall’avv. Giuseppe Versace, hanno avuto esito positivo, presso il Tribunale di Pavia, Sentenza n. 253/2019 del 10.07.2019 e Ordinanza del 6.3.2020 del Tribunale di Alessandria.
 
 
Ormai la giurisprudenza è copiosa in quanto diverse sono le pronunce dei vari Tribunali di Padova, di Torino, di Monza, Vicenza, Milano, Pavia, Treviso; tutti hanno riconosciuto ai Collaboratori scolastici, il servizio svolto presso gli Istituti Paritari, che non avevano versato i relativi contributi previdenziali, confermando agli stessi il punteggio maturato.

Chi è in possesso di una laurea e dei 24 CFU è abilitato all’insegnamento.

L’abilitazione all’insegnamento deve essere considerata valida con il possesso della laurea magistrale ed i 24 CFU. Una recente Sentenza del Tribunale Civile di Roma – Sez. Lavoro, in data 22.03.2019, ha sancito che i docenti in possesso della Laurea unitamente ai 24 CFU, costituiscono titolo abilitante, inserendo gli stessi nella seconda fascia delle graduatorie di istituto, proprio la lista che comprende i docenti in possesso dell’abilitazione.

RICORSO 24 CFU

Si informano tutti i Docenti che hanno conseguito la Laurea Magistrale ed i 24 CFU e gli Insegnanti I.T.P. in possesso dei 24 CFU, della possibilità di adire il Tribunale del Lavoro competente, tramite ricorso individuale e collettivo per chiedere la disapplicazione del Decreto Ministeriale N. 374/2017, aggiornamento delle Graduatorie d’Istituto del personale Docenti, per il triennio 2017/2020, al fine di ottenere l’inserimento in seconda fascia nelle stesse.
 
Il ricorso è rivolto ai possessori dei seguenti titoli unitamente dei 24 CFU:
 
Laurea Magistrale
Diploma di Maturità Tecnica e di Maturità Professionale (I.T.P.)
Diploma A066 sono:
  • Diploma di Ragioniere
  • Ragioniere e perito Commerciale
  • Ragioniere Programmatore
  • Segretario d’amministrazione
  • Tecnico della gestione aziendale
  • Tecnico dei servizi turistici
  • Analista
  • Operatore Commerciale
  • Operatore Turistico
  • Perito Aziendale e Corrispondente in Lingue Estere.  

COSTO €. 250,00

 

Per informazioni e adesioni contattaci:

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •